mercoledì 31 luglio 2019

Sab 3 agosto al via CastellinAria - Festival di Teatro Pop Segnali di fumo

 

 

 

Torna dal 3 al 10 agosto CastellinAria - Festival di Teatro Pop ad Alvito: "Segnali di fumo"

 

 

Dopo il successo della prima edizione, torna dal 3 al 10 agosto nell'incantevole cornice del Castello Cantelmo di Alvito (Fr) CastellinAria - Festival di Teatro Pop ideato e promosso dalla Compagnia Habitas grazie al patrocinio del Comune di Alvito, della Provincia di Frosinone e di ATCL Lazio.

Il festival si è conquistato un importante attestato di valore su scala nazionale, arrivando finalista al Premio TOC (Teatro di Origine Certificata) nato in seno al Tavolo Etico del Coordinamento delle Realtà della Scena Contemporanea (C.Re.S.Co), che riconosce l'impegno che strutture che operano nel settore dello spettacolo dal vivo profondono nel loro lavoro. 

Intitolata "Segnali di fumo", la seconda edizione conferma la sua vocazione al dialogo con il paesaggio della Valle di Comino, territorio ricco di eccellenze agricole ed enogastronomiche, per proporre un osservatorio aperto e privilegiato sui linguaggi performativi e sulle drammaturgie contemporanee lontano dai rumori della metropoli.

 

Otto giorni di festival con ospiti internazionali, nazionali e locali, gruppi e solisti musicali. E, tra le novità di questa edizione, la programmazione speciale di eventi anche nella fascia oraria tra le 19.00 e le 20.30, con gli "AperinAria", che vedono ancora di più coinvolti il pubblico e le associazioni della Valle di Comino.

Al centro, naturalmente, il teatro: Francesco Montanari e Alessandro Bardani, volti noti sul piccolo schermo per la serie tv "Romanzo Criminale", la Compagnia Barletti/Waas dalla Germania, Ivano Capocciama e Gabriele De Ritis, Paola Iacobone, regista al lavoro con i detenuti-attori della Casa Circondariale di Cassino, i giovani ma promettenti Evoè Teatro, Rueda Teatro e lo spettacolo vincitore del Roma Fringe Festival 2019,  Gloria Iacopini e Giulietta Vacis, Lidelab, Zoé Bernabéu e Lorenzo Covello - questi ultimi freschi di Premio delle Giurie al Festival Direction Under30 di Gualtieri - sono gli artisti teatrali dopo le cui esibizioni si alterneranno i concerti sotto le stelle di straordinari ed eclettici cantautori e gruppi come Giacomo Toni, NME, OX-IN, Möbius Strip, Cantabossa, Matutateatro, Francesco Rina & Andrea Agostini + IAMSEEK, CarbonAir.

 

Non mancherà una tre giorni di lavoro e dibattito coordinata da C.Re.S.Co - Coordinamento delle realtà della scena contemporanea: "Tavoli di lavoro" (6, 7 e 8) sul tema della "Distribuzione ragionata", un'occasione per interrogarsi sulla possibilità di creare nuove strategie di distribuzione dello spettacolo dal vivo, e molte altre attività come gite tra i Castelli della Valle, laboratori e spettacoli per bambini e rievocazioni storiche.

 

«La direzione artistica, lo dice la parola stessa, è un moto a luogo, un "andare verso" – dichiara la Compagnia Habitas costituita da Livia Antonelli, Chiara Aquaro e Niccolò Matcovich  quindi, prima di essere tutto ciò che concerne l'organizzazione, dunque qualcosa di tecnico, è un "atto di creazione". Questo è il motivo per cui realizzare CastellinAria fa sì che noi, che fuori da CastellinAria siamo drammaturghi, registi e attori, possiamo sentirci creativi e creatori molto prima di essere organizzatori».

 

 

 

 

CastellinAria - Festival di Teatro Pop

Segnali di fumo

3 < 10 agosto 2019 – Alvito (FR)

 

 

3 AGOSTO

h 16.00 – partenza Castello di Alvito | "Tre castelli e un lago" | Ass. La città del sole | gita

h 19.00 | Inaugurazione Festival | Compagnia Habitas | festa al Castello

h 21.30 | "La più meglio gioventù" | Bardani/Montanari | spettacolo al Castello

h 23.00 | OX-IN | concerto al Castello

 

4 AGOSTO

h 16.00 – partenza Porta Iacobelli | "Da Valle a Castello" Ass. Campanari | gita

h 19.00 | "Il pastore e le sue arti" | Giallatini/Case Marcieglie | aperinAria al Castello

h 21.30 | "Tristezza e Malinconia" | Compagnia Barletti/Waas 
| spettacolo al Castello
h 23.00 | Möbius Strip | concerto al Castello

 

5 AGOSTO

h 10.00 | Inizio laboratori Dynamis e Renata M. Molinari | Teatro/Biblioteca Comunale

h 11.30 | Barletti/Waas e R. M. Molinari incontrano il pubblico
 | incontro al Teatro Comunale

h 19.00 | "Il mercante di spezie ai tempi di San Bernardino" | Castelletto | aperinAria al Castello

h 21.30 | "Viziami, un canto d'amore" | Capocciama
/De Ritis | spettacolo al Castello
h 23.00 | "Cantabossa" | Enrica Di Nucci & Enrico Cresci | concerto al Castello

 

6 AGOSTO

h 15.00 | CReSCo Distribuzione ragionata | Tavoli di lavoro al Palazzo Comunale

h 19.00 | "Castello di denari" | Cotani/Pieretti | aperinAria al Castello

h 21.30 | "Pezzi" | Rueda Teatro | spettacolo al Castello

h 23.00 | "Shakespeare Kills Radio Stars" | Matutateatro | concerto al Castello

 

7 AGOSTO


h 15.00 | CReSCo Distribuzione ragionata | Tavoli di lavoro al Palazzo Comunale
h 19.00 | "Fuoco, Caronte e Ventre" | Aedo Studio | aperinAria al Castello

h 21.30 | "Signorina, lei è un maschio o una femmina?" | Giacopini/Vacis | spettacolo al Castello

h 23.00 | Francesco Rina & Andrea Agostini + IAMSEEK | concerto al Castello

 

8 AGOSTO

h 15.00 | CReSCo Distribuzione ragionata | Tavoli di lavoro al Palazzo Comunale

h 10.00 - luogo definito al momento della prenotazione | Cavalieri dei Tratturi | gita a cavallo

h 19.00 | Coro Gospel | The Voices Ass. cult. | aperinAria al Castello

h 21.30 | "Trilogia - Tre atti di vita" | Evoè Teatro | spettacolo al Castello

h 23.00 | "Piano punk cabaret" | Giacomo Toni | concerto al Castello

 

9 AGOSTO

h 10.00 – partenza piazza del Municipio di Settefrati | "Tra boschi e acque" | M. Giallatini | gita
h 19.00 | "Alice nel paese delle meraviglie?" | MAST/Iacobone/Rise hub | aperinAria al Castello

h 21.30 | "Le mille e una notte - IV Ora" | Lidelab | spettacolo al Castello

h 23.00 | "Musica parlata" | NME Andrea Cimitan | concerto al Castello

 

10 AGOSTO
h 16.00 | dimostrazioni aperte laboratori
 | Teatro Comunale
h 19.00 | "Ridi su 'sto c***o" | Compagnia Habitas | aperinAria
 al Castello
h 21.30 | "Un po' di più" | Bernabéu/Covello
 | spettacolo al Castello

h 22.30 | Premiazione VisitAlvito | cerimonia al Castello
h 23.00 | "CarbonAir Live Show" | CarbonAir | concerto al Castello

h 00.30 | Festa di chiusura | falò al Castello

 

 

Informazioni utili

 

Dove

Castello Cantelmo di Alvito, Via Valle Romana, Alvito (Fr)

 

 

Come arrivare ad Alvito

Treno: Treno Roma - Napoli, fermata Cassino (1h. e 38 min)

Autobus CO.TRA.L. per Alvito (50 min.)

Autostrada: Da Roma: A1 (Milano-Napoli) uscita Ferentino. S.S. "dei Monti Lepini" direzione Sora - Cassino, bivio per Alvito (1h. e 36 min)


 

Quando

dal 3 al 10 agosto 2019



Ingresso

offerta libera



Contatti

Facebook CastellinAria - Festival di Teatro Pop

Facebook Compagnia Habitas
Instagram CastellinAria Festival (@castellinariafestivalteatropop)


www.compagniahabitas.it/castellinaria

 


[5/6 ottobre 2019 @ Fieramilanocity] ARRIVA PLUG-Mi: IL PRIMO EVENTO MADE IN ITALY DEDICATO ALLA URBAN CULTURE EXPERIENCE

 ARRIVA "PLUG-Mi", IL PRIMO EVENTO MADE IN ITALY

DEDICATO ALLA URBAN CULTURE EXPERIENCE

 

Ideato da Fandango Club,

realizzato in collaborazione con MICAM e Fiera Milano,

PLUG-Mi è un format inedito pensato per tutti gli appassionati, professionisti e cultori dello street style.

 

 

 


 

Sneakers culture, street culture e urban culture; e musica, moda, arte e sport: PLUG-Mi, a Fieramilanocity dal 5 al 6 ottobre, è l'evento che incarna e racconta le tante anime della cultura metropolitana.

 

Il Padiglione 4, come una gigantesca agorà, darà voce e vita alla cultura metropolitana in una live experience a 360° in cui le marche più prestigiose del settore potranno entrare in diretto contatto con un target fluido, multiforme, attratto da stile e sportività.

 

Street artist, influencer, designer e noti blogger si alterneranno fra workshop e talk-show che avranno come cornice i nuovi prodotti delle marche leader e le collezioni esclusive per i più esperti.

Radio 105, radio partner di PLUG-Mi, radunerà poi i migliori artisti e interpreti della scena rap e trap che si alterneranno in diversi live show in esclusiva.

 

Fra i protagonisti dell'evento il main partner AW LAB, il laboratorio di trend che negli anni si rende interprete di questo movimento culturale metropolitano in costante mutamento.

A PLUG-Mi combinerà tutti gli elementi della urban culture presentandosi come Urban style HUB:  un vero e proprio laboratorio di tendenze dove concepire lo "urban sport style", ospitare music performance Live ed eventi studiati per creare valore e rendere protagonisti i propri visitatori. #playwithstyle.

 

PLUG-Mi nasce da un'idea di Fandango Club che si inserisce in un trend di mercato in forte crescita e sviluppo.

 

Uno studio della società di ricerca NPD Group, infatti, mostra che il mercato globale delle sole sneakers nel 2023 supererà i $115mld.

 

Secondo il Barometro Sarenza, l'Italia è il Paese in Europa in cui vengono acquistate mediamente più scarpe: nel 2017 sono state vendute quasi 30 milioni di sneakers per un introito totale certificato dal Centro Studi Confindustria Moda per Assocalzaturifici di oltre €1.200mln.

 

PLUG-Mi è tutto questo, ma non solo.

In un'ideale road-to-PlugMi verranno svelate le novità più rilevanti che saranno descritte anche sul profilo Instagram e il sito ufficiale.

 

 

 

 

 

TERREINAZIONE 2019: Radici e Suoni Migranti, Teatro, Tarantelle, Saltarelli ed echi dal Mediterraneo con ospiti da Italia e dal Mondo. Anagni (FR) 1-4 agosto


TERREINAZIONE 2019
Festival della Cultura Popolare - IV edizione

Dal 1 al 4 agosto ad Anagni (FR)

Radici e Suoni Migranti, Teatro, Tarantelle, Saltarelli ed echi dal Mediterraneo con ospiti da Italia e dal Mondo

In scena dal 1 al 4 agosto: Piazza Mediterraneo, con musicisti da tutto il Mediterraneo, Le Marocchinate di Simone Cristicchi, Arrivi e Partenze a cura di Stefania Mariano e Claudio Prima, Poeti Romani regia di Monica Fiorentini, e poi ancora Tarantellab (stage di danze popolari), Teatro dei Burattini, Tittomme e i Senature di Ostuni.

Dall'1 al 4 agosto Anagni (FR) – CENTRO STORICO, ingresso gratuito


Terre in azione, terre che cantano e si raccontano, terre che ballano e che s'incontrano. Le nostre terre di oggi e di ieri, ma anche le terre lontane da noi, e quelle vicine, nonostante le lontananze: i colori, i suoni, le danze e le mille anime della cultura popolare, musicale e teatrale, s'incontrano dal 1 al 4 agosto ad Anagni (FR) per Terreinazione: 4 giorni no-stop con grandi ospiti e una staffetta di eventi a ingresso gratuito nella medievale Città dei Papi.

Quella che nei secoli passati è stata meta e punto di riferimento per scambi commerciali, sociali e culturali, per quattro giorni torna a farsi agorà di popoli e culture, divenendo teatro di un vero e proprio viaggio nel Mediterraneo, tra suoni, echi, perfomance e danze, teatro, ma anche enogastronomia e artigianato, nel segno della condivisione e contaminazione.

Si parte il 1° agosto, con lo spettacolo di teatro-danza "ARRIVI E PARTENZE" a cura di Stefania Mariano e Claudio Prima: un percorso fra le musiche tradizionali del mediterraneo, eseguite da organetto, percussioni e voci, rivissute con lo spirito di un musicista moderno. Lo spettacolo, composto di musiche inedite e di musiche tradizionali eseguite dal vivo da Claudio Prima, vede una mescolanza tra le proprie radici e quelle di altri esponenti della scena italiana e internazionale. L'organetto e la voce rievocano suoni ancestrali, figli di un tempo lontano, che hanno avuto la forza di propagarsi fino ad oggi. Claudio Prima, leader di BandAdriatica e direttore della Giovane Orchestra del Salento, già al fianco di Goran Bregovic, Giovanni Sollima, Burhan Ocal, Boban e Marco Markovic, Kocani Orkestar, Eva Quartet, Rony Barrak, Savina Yannatou e tanti altri, è affiancato dalle danze di Stefania Mariano, danzatrice e coreografa da tempo interessata alle commistioni fra danza tradizionale e sue evoluzioni contemporanee. La regia è del brasiliano Marcelo Bulgarelli, attore e regista, esperto di biomeccanica teatrale, già vincitore in Brasile di alcuni fra i più importanti riconoscimenti del settore (Premio Funarte 2007, Premio Açorianos 2010). 

 Il 2 agosto, nel pomeriggio, workshop sulla Tarantella garganica, Pizzica Bassa Murgia e Alto Salento, per conoscere da vicino quei generi non interessati dal fenomeno di folk revival che negli ultimi anni ha investito e talvolta stravolto la musica e la danza tradizionale in Puglia. 

La serata inizia con "POETI ROMANI" Belli, Trilussa, Zanazzo: reading teatrale tra poesie, sonetti, canzoni, lazzi, e filastrocche, dedicato a questi grandissimi poeti romani. Vista attraverso i loro occhi e i loro versi, una Roma che non c'è più, raccontata con quello spirito ironico e disincantato tipico del popolo romano. Con: Monica Fiorentini, Mauro Ascenzi, Margherita Quintiliani (canto), alla chitarra il M° Francesco Tàttara.

La serata prosegue con il concerto di musica popolare d'impronta strettamente tradizionale con i "Tittomme", Suoni e Canti della tradizione del Gargano, e "i Senature di Ostuni", Bassa Murgia e Alto Salento, grintoso gruppo di giovani suonatori, cantatori e ballatori, con repertorio tutto eseguito con strumenti tradizionali, spesso costruiti dai componenti stessi, è composto da pizziche pizziche infuocate, suonate di festa, suonate melanconiche, quadriglie, canti sull'organetto, suonate a scherma, appassionate serenate e ballabili, tramandati per tradizione famigliare o apprese dai depositari della tradizione locale.

Sabato 3 agosto, Terreinazione propone, dopo il focus di Tarantellab sulle tarantelle e sul saltarello di Amatrice, la magia del Teatrino dei Burattini, in scena Cappuccetto Rosso e Pinocchio. 

Evento di punta della giornata, il concerto di musica popolare nato ad hoc per il festival, Piazza Mediterraneo: la Ciociaria che fa da palcoscenico a musicisti e cantanti provenienti dai quattro angoli del mediterraneo, una vera e propria orchestra popolare multietnica che nasce da un'idea dell'associazione di promozione sociale Cotula, con il coordinamento del direttore artistico  musicale e musicista Giuliano Gabriele. Un'orchestra unica, formata da musicisti del territorio e da altre eccellenze del meridione che si confronteranno sul palcoscenico con musicisti e cantanti delle varie etnie mediterranee che vivono principalmente in Italia. Un modo per condividere, mescolare, integrare e imparare a conoscere meglio la grande ricchezza della diversità attraverso l'arte della musica. Lo spettacolo porterà al centro dell'attenzione i linguaggi e le particolarità dei dialetti del meridione d'Italia, toccando repertori tradizionali e d'autore, mentre gli ospiti stranieri canteranno i propri repertori intrecciandone continuamente la forma con quelli meridionali: un cantante africano che interpreta canzoni popolari italiane e artisti italiani che suonano su appassionati ritmi mediterranei, il tutto  impreziosito dalle coreografie appositamente create da Samanta Chiavarelli e da interventi poetici.

Il giorno 4 agosto si aprirà con i Laboratori sulla manipolazione dell'argilla e con lo stage sulla Ballarella ciociara.

La serata, a chiusura della IV edizione del Festival Terreinazione, è affidata allo spettacolo, Le Marocchinate, di Simone Cristicchi, con Ariele Vincenti, regia di Nicola Pistoia. 

Lo spettacolo "Marocchinate" racconta i terribili giorni decisivi e successivi allo sfondamento da parte degli Alleati della linea di Montecassino, ultimo baluardo tedesco. Apparentemente la guerra è finita e l'Italia è libera, ma non per le popolazioni di gran parte del basso Lazio. Siamo in un paese della Ciociaria e Angelino, pastore locale, ci racconta la semplice ma faticosa vita contadina della sua zona prima della guerra. Vita  che viene sconvolta con l'arrivo delle truppe Marocchine, aggregate agli Alleati, ai quali viene affidato il compito di entrare nella rocciosa difesa tedesca. Ottemperano il loro compito e "le truppe di colore" come ricompensa ottengono  il "diritto di preda" contro la popolazione civile. 50 Ore di carta bianca, 50 ore in cui fanno razzia di tutto quello che trovano: oro, case, vino, bestie, ma soprattutto donne. 

Il Festival Terreinazione è sostenuto dall'Amministrazione del Comune di Anagni e patrocinato dalla Regione Lazio, dalla Provincia, dalla Camera di Commercio di Frosinone, dalla Pro Loco di Anagni e dalla Cooperativa Hernica Saxa.


MUSICA, YAMAHA & BÖSENDORFER PIANO DISCOVERY: IL PROGRAMMA



YAMAHA & BÖSENDORFER PIANO DISCOVERY: IL PROGRAMMA

La prossima edizione di Cremona Musica ospiterà eventi pianistici organizzati da Yamaha Music Europe branch Italy


Affermati artisti come Paolo Buonvino, Kekko Fornarelli, Stuart Isacoff, Andrea Rebaudengo, Gwilym Simcock e il pianista robot Teo Tronico, si cimenteranno su innovativi pianoforti capaci di registrare e riprodurre le più complesse esecuzioni.

Pertanto un'offerta di concerti straordinari contraddistinti da creatività e innovazione, sino a coinvolgere la robotica. Questi gli ingredienti principali di Yamaha & Bösendorfer Piano Discovery, un programma di eventi organizzato da Yamaha all'interno di Cremona Musica 2019. Dal 27 al 29 settembre il brand giapponese proporrà in Sala Stradivari non solo i suoi migliori pianoforti, ma anche una serie di recital pianistici, dimostrazioni, ed un innovativo concorso, con la partecipazione di pianisti e compositori di fama internazionale.

Kekko Fornarelli si esibirà nel Corner AvantGrand di sala Stradivari, un angolo allestito appositamente per esaltare le straordinarie caratteristiche di questo pianoforte ibrido. Due grandi pianisti, molto diversi tra loro; Gwilym Simcock ed Andrea Rebaudengo avranno a loro disposizione i gran coda Yamaha CFX, e Bösendorfer 280 Vienna Concert. Ma l'edizione 2019 è dedicata al Disklavier ENSPIRE, pianoforte in grado di registrare e riprodurre l'azione del pianista, evoluzione odierna di un progetto di Yamaha concepito oltre 30 anni fa e continuamente perfezionato. A questa avvincente tecnologia è dedicato il Disklavier Composers Contest, di cui Cremona Musica, oltre ad essere co-organizzatore, ospita la finale. Nel pomeriggio di domenica 29, saranno eseguiti i brani dei compositori finalisti, ovvero di coloro che saranno riusciti a sfruttare al meglio le potenzialità di questa tecnologia abbinata al pianoforte, a seguire, la prestigiosa giuria composta da Paolo Buonvino, Carlo Boccadoro, Stuart Isacoff, Gwilym Simcock e Fabio Vacchi, nominerà il vincitore del contest. Inoltre, dal 1 agosto p.v. tutti i brani presentati al concorso, saranno disponibili su Youtube all'indirizzo http://bit.ly/VideoDisklavierCC, e l'autore del video che riceverà più like si aggiudicherà il "premio del pubblico".

Sempre grazie alla tecnologia Disklavier ENSPIRE, il compositore Paolo Buonvino darà vita ad un concerto per tre pianoforti, gestiti da un solo esecutore, sfruttando proprio le potenzialità di questi strumenti. E il Disklavier ENSPIRE sarà al centro anche dell'esibizione di Stuart Isacoff, pianista e divulgatore, che durante "Classical-Jazz connections" evidenzierà i legami fra composizioni lontane nel tempo e nello spazio. Infine il pianista robot Teo Tronico sarà protagonista di un esperimento in cui si confronteranno le esperienze di ascolto di un pianista umano e di un pianista robot, attraverso l'utilizzo di un pianoforte Disklavier ENSPIRE in grado di suonare autonomamente.

 

 

27 settembre

Ore 16.00 - 'Monologue' di Kekko Fornarelli - Performance su Avantgrand

 

28 settembre

Ore 12.00 - Concerto di Gwylim Simcock

Ore 14.30 - Disklavier recital: Classical-Jazz Connections, con Stuart Isacoff

 

29 settembre

Ore 11.00 - Il compositore Paolo Buonvino in una performance per tre pianoforti Disklavier ENSPIRE

Ore 12.30 - Esperienze di ascolto con Disklavier e Teo Tronico

Ore 14.30 - Concerto di Andrea Rebaudengo, con musiche di Carlo Boccadoro e Fabio Vacchi

Ore 16 - Disklavier Composers Contest - finale

 

 

Discover Arezzo: l’invito a scoprire un territorio senza tempo


Il team di marketing della Fondazione Arezzo Intour guidato da Emma Taveri ha presentato il brand di destinazione ufficiale del territorio

Discover Arezzo: l'invito a scoprire un territorio senza tempo

Vivere le terre di Arezzo sarà sinonimo di tranquillità, disconnessione, esplorazione e rispetto di un tempo da prendersi e da scegliersi

 

Discover Arezzo: è l'invito a scoprire una terra senza tempo che ispira il nuovo brand di destinazione ufficiale del territorio di Arezzo e le prime attività promozionali ad esso legate.

Con la presentazione del nuovo marchio il team di marketing della Fondazione Arezzo Intour conclude un nuovo, fondamentale step per la DMO.

 

A partire dal documento strategico, presentato lo scorso maggio da Emma Taveri, responsabile del marketing e con il coinvolgimento degli attori del territorio che hanno scelto di partecipare al workshop di giugno, si è stati in grado di racchiudere in un marchio le caratteristiche di unicità del territorio.

 

Prima fra tutte, come sottolinea la stessa strategia, il suo essere senza tempo. Quello di Arezzo, infatti, è un territorio ricco di storia, che per ogni epoca ha qualcosa da raccontare, un territorio dove prenderti ma soprattutto scegliere il tuo tempo. Da qui nascono dunque due filoni principali di "Discover Arezzo".

 

Il primo è "Take your time in Tuscany". Questo sarà il fil rouge che legherà tutte le attività di implementazione della strategia nelle 4 principali categorie individuate che sono "Arts & Culture", "History & Heritage", "Sports & Nature" e "Food & Wine".

Vivere Arezzo sarà sinonimo di tranquillità, disconnessione, esplorazione e rispetto del tempo.

 

Il secondo è "Time Travel in Tuscany": il viaggio nel tempo sarà il protagonista delle attività della prima campagna di marketing della durata di un anno. In un mondo iperconnesso, dove tutto è facilmente raggiungibile, esplorare la storia, le origini e le tradizioni è un trend molto significativo.

Dalla Giostra del Saracino alla Fiera Antiquaria, alla riscoperta delle arti e della cultura, Arezzo ha dimostrato di possedere un patrimonio di attrattive per chi vuole scoprire per riscoprirsi. 

 

E le prime uscite con il nuovo brand di destinazione sono già in programma per agosto, mese in cui i viaggiatori che volano con EasyJet o che si muovono con Trenitalia troveranno Arezzo nelle pagine delle riviste che le due compagnie riservano ai loro clienti.

 

Fino a dicembre 2019 inoltre, un articolato piano di comunicazione messo a punto dalla Fondazione Arezzo Intour nell'intento di sviluppare e sostenere le politiche di incoming turistico racconterà le terre di Arezzo grazie a linguaggi, strumenti e mezzi differenti.

I.D.E.A. Independent Domus Exhibiting Art | Christiane Löhr a cura di Nicoletta Rusconi | Cascina Maria 22 settembre 2019


Nicoletta Rusconi Art Projects

 

in collaborazione con le gallerie:
blank projects
Fumagalli
Kaufmann Repetto
Francesca Minini
Loom gallery
Martina Simeti
Massimo Minini
Meyer Riegger
Monitor
Paola Colombari
Studio G7
Vistamare/Vistamarestudio

Il 22 settembre 2019 I.D.E.A. (Independent Domus Exhibiting Art), la residenza di campagna a pochi chilometri dal Lago Maggiore a cura di Nicoletta Rusconi, presenta un nuovo appuntamento con Christiane Löhr (Wiesbaden, 1965).


Durante il periodo estivo gli spazi di Cascina Maria ospiteranno in residenza l'artista tedesca Christiane Löhr che avrà così la possibilità di ritrovare una dimensione intima in sintonia con il ritmo dell'ambiente circostante e produrre nuove opere. Quest'esperienza si concluderà con una mostra in collaborazione con Tucci Russo Studio per l'Arte Contemporanea (Torre Pellice) che inaugurerà il 22 settembre con un Open Day e che sarà visibile fino al 2 novembre 2019.
Il suo lavoro nasce proprio grazie al contatto diretto con la natura dalla quale attinge materiali come steli di piante, denti di leone o semi di edera che vengono poi utilizzati per costruire le sue lievi e delicate sculture, architetture botaniche in miniatura.

Löhr utilizza il crine di cavallo per realizzare disegni di varie dimensioni, piccoli come una mano o grandi come una parete. Mette in equilibrio il materiale organico per dare vita a strutture che lasciano l'osservatore disorientato per il loro contrasto tra complessità e fragilità.
L'artista sembra seguire una geometria intrinseca ai materiali, gli oggetti si mostrano come esempi di un'architettura immaginaria, sorprendentemente leggera e fragile ma allo stesso tempo solida e capace di evocare il trascorrere del tempo.
Nei lavori su carta, dove proporzione e spazio sono i temi centrali, le linee si inerpicano dalla parte inferiore della pagina fino al bordo superiore e tendono a conquistare lo spazio ben oltre al bordo della carta, sembra possano crescere all'infinito e prendere possesso dello spazio.

 

Il percorso allestivo prosegue all'esterno, nel parco di sculture di Cascina Maria con opere di importanti artisti italiani e internazionali esposte grazie alla collaborazione con alcune delle più importanti gallerie italiane. Tra gli artisti presentati Eric Bainbridge, Rosa Barba, Riccardo Beretta, Mattia Bosco, Francesco Candeloro, Letizia Cariello, Latifa Echakhch, Yona Friedman, Paul Gees, Eduard Habicher, Eva Kot'átková, Marco Andrea Magni, Pierre-Etienne Morelle, Anne & Patrick Poitier, Alessandra Roveda.

 

Cascina Maria si afferma come un concept-space dedicato all'arte contemporanea nelle sue più diverse declinazioni, residenza per artisti ma anche luogo di pausa e rigenerazione per gli amanti dell'arte e delle passeggiate immerse nella natura.


Cascina Maria sarà aperta al pubblico su appuntamento dal 23 settembre al 2 novembre 2019.

Diecicento35 live a Off Topic



Off Topic, via Pallavicino 35, Torino

Giovedì 1 agosto, ore 21

Diecicento35 live




Per "Off Tropic" la settimana di eventi di Off Topic per celebrare la chiusura estiva, i torinesi Diecicento35 presentano sul palco del cortile di Off Topic il nuovo album "Secondo me" in versione acustica.

Anticipato dai singoli "La fine del mondo" e "Come me", "Secondo me" è la seconda autoproduzione dei Diecicento35. Nel 2016, infatti, pubblicano "Il Piano B" con il quale ottengono consensi di pubblico e critica. Il titolo di questa nuova produzione prende spunto dalle parole che, in questi due ultimi anni, sono state più volte pronunciate dalla band: in sala prove, durante la pausa caffè, nei numerosi viaggi in tangenziale, nei pre e nei post concerto. I Diecicento35 hanno scelto di rimettersi in gioco con questo nuovo lavoro, hanno studiato, esplorato, ascoltato miriadi di canzoni; le hanno lasciate interagire con le emozioni che attraversano le vene, le ossa, i cuori. Ciascuno a suo modo, ciascuno con un suo secondo me; iniziano sempre così le loro discussioni: forse per cautela, per una sorta diplomazia che mette al riparo da eventuali opinioni contrarie o per mettere luce al loro vero credo, il loro vero "io". "Secondo me" è un disco che prende posizione, schierandosi dichiaratamente a favore della canzone popolare italiana (quella da intonare ovunque, quella che trasmette emozioni, quella che parla di te, di me, di noi). Non è stato semplice scendere a compromessi per cinque "teste calde" di Mirafiori Sud, orgogliose come bambini. Ma nonostante i ripetuti attentati alla democrazia (che ogni "secondo me" faceva vacillare) alla fine, per la seconda volta, I Diecicento35 ci sono riusciti.


I Diecicento35 sono: Carola Rovito, Lorenzo Bulgarini, Marco Bressello, Gabriele Bianchini e Jacopo Angeleri


BIO


Un primo Ep "Alba" pubblicato nel 2012 grazie al quale si esibiscono a Emersione Festival, al Mei di Faenza e al _Resetfestival di Torino. Tra il 2014 e 2015 continuano calcare i palchi di prestigiosi festival come Collisioni, Miscela Rock e W il live, raduno nazionale di Arci, Aria di Friuli, dove condividono il palco con artisti del calibro di Caparezza e Bob Dylan. Esce nel 2016 "Il Piano B", album d'esordio, che da subito riscuote consensi di pubblico e critica e con il quale la band registra il sold oud in due locali storici della città: Hiroshima Mon Amour e Cap10100. L'anno successivo i Diecicento35 arrivano in finale al contest Fiat Music, ideato da Red Ronnie, e partecipano all'ultima puntata della storica trasmissione Roxy Bar al fianco di artisti come Elisa, Samuele Bersani e Fausto Mesolella. Successivamente Fiorello li ospita a Edicola Fiore, programma in onda su Sky dove il loro singolo viene presentato eccezionalmente da Nek. Partecipano inoltre a Capitalent, contest di Radio Capital, dove il loro singolo "La primaveravolta" viene decretato dai Negrita "miglior proposta" ed entra nella playlist ufficiale di Radio Capital, contestualmente il video del brano viene selezionato da Mtv New Generation per Just Discovered. Grandi soddisfazioni anche sul fronte del live, i Diecicento35 aprono infatti concerti di Litfiba e The Giornalisti e si esibiscono all'Allianz Stadium in occasione della Partita del cuore difronte a 40.000 persone. "La fine del mondo" e "Come me" anticipano il nuovo album "Secondo me" uscito il 19 aprile.


Ingresso libero



Info

offtopictorino.it