venerdì 17 maggio 2024

DISNEY+ | SHŌGUN | ANNUNCIATO LO SVILUPPO DI NUOVE STAGIONI

SHŌGUN
FX, HULU E LA JAMES CLAVELL ESTATE
INSIEME PER CREARE ALTRE STAGIONI
DEL SUCCESSO MONDIALE ACCLAMATO DALLA CRITICA

 
La saga continuerà con la storia e i personaggi che probabilmente daranno vita
a due ulteriori stagioni della serie drama
 
I principali partner creativi, il co-creatore/produttore esecutivo/sceneggiatore/showrunner Justin Marks, la co-creatrice/produttrice esecutiva/sceneggiatrice Rachel Kondo, la produttrice esecutiva Michaela Clavell,
il produttore e protagonista Hiroyuki Sanada sono coinvolti nello sviluppo

 
Shōgun è lo show di FX più visto di sempre per ore di streaming a livello globale
 

Tutti i 10 episodi sono disponibili in streaming su Disney+ in Italia e a livello internazionale e su Hulu negli Stati Uniti
FX, Hulu, e la James Clavell Estate stanno lavorando per dare un seguito a Shōgun, la serie drama di successo acclamata dalla critica mondiale, con l'obiettivo di sviluppare la saga con due stagioni aggiuntive.
 
I principali partner della serie che includono i co-creatori, produttori esecutivi e sceneggiatori Justin Marks e Rachel Kondo, la produttrice esecutiva Michaela Clavell, e la star della serie e produttore Hiroyuki Sanada fanno parte della squadra coinvolta nello sviluppo. I tempi di produzione non sono ancora stati decisi, ma il team degli sceneggiatori è stato definito e inizierà a lavorare questa estate.
 
Nelle sue prime 9 settimane Shōgun è diventata la serie di FX più vista di sempre per ore di streaming a livello mondiale. Tutti e 10 gli episodi della prima stagione di Shōgun, che si è conclusa il 23 aprile, sono disponibili su Disney+ a livello internazionale e su Hulu negli Stati Uniti.
 
Shōgun ha ricevuto incredibili riconoscimenti dalla critica tra cui:
  • Miglior serie dell'anno – Esquire
  • Un autentico capolavoro – TIME
  • Non solo una delle migliori serie dell'anno ma una delle migliori serie mai arrivata sullo schermo – Collider
  • Facilmente definibile come una delle migliori serie del 2024 – Forbes
  • Il miglior show dell'anno, in assoluto – Polygon
  • La miglior serie – con la miglior recitazione – disponibile in questo momento - The Daily Beast
  • Alcune delle migliori interpretazioni dell'anno fino ad ora – Paste
  • Shōgun di FX non è un remake – è una rivelazione…un vero capolavoro – TIME
  • L'abbagliante Shōgun è l'autentica epopea per il piccolo schermo che tutti stavano aspettando - USA Today
  • Maestoso... Emozionante e affascinante... Non avrei mai voluto che finisse - TV Guide
Shōgun, adattamento originale del romanzo bestseller di James Clavell, è ambientata in Giappone nell'anno 1600, all'alba di una guerra civile che segnerà un secolo. Il produttore Hiroyuki Sanada interpreta il ruolo di "Lord Yoshii Toranaga" che sta lottando per la sua vita mentre i suoi nemici nel Consiglio dei Reggenti si coalizzano contro di lui. Quando una misteriosa nave europea viene ritrovata abbandonata in un vicino villaggio di pescatori, il suo pilota inglese, "John Blackthorne" (Cosmo Jarvis), arriva portando con sé segreti che potrebbero aiutare Toranaga a ribaltare le sorti del potere e a distruggere la temibile presenza dei nemici di Blackthorne, i preti gesuiti e i mercanti portoghesi. I destini di Toranaga e Blackthorne diventano inestricabilmente legati alla loro interprete, "Toda Mariko" (Anna Sawai), una misteriosa nobildonna cristiana, ultima di una stirpe caduta in disgrazia. Mentre serve il suo signore in questo scenario politico difficile, Mariko deve conciliare il suo legame ritrovato con Blackthorne, il suo impegno verso la fede che l'ha salvata e il suo dovere nei confronti del padre defunto.
 
La serie si avvale di un acclamato cast giapponese, senza precedenti per una produzione americana, tra cui Tadanobu Asano nel ruolo di "Kashigi Yabushige", un noto traditore e stretto alleato di Toranaga; Hiroto Kanai nei panni di "Kashigi Omi", il giovane leader del villaggio di pescatori dove viene trovata la nave di Blackthorne; Takehiro Hira nel ruolo di "Ishido Kazunari", un potente burocrate che è il principale rivale di Toranaga; Moeka Hoshi in quello di "Usami Fuji", una vedova che deve trovare un nuovo scopo nel mezzo della guerra del suo signore; Tokuma Nishioka nel ruolo di "Toda Hiromatsu", il generale fidato e il più caro amico di Toranaga; Shinnosuke Abe nei panni di "Toda Hirokatsu" ("Buntaro"), il marito geloso di Mariko; Yuki Kura in quelli di "Yoshii Nagakado", lo sfacciato figlio di Toranaga che ha un forte desiderio di mettersi in gioco; Yuka Kouri nel ruolo di "Kiku", una cortigiana rinomata in tutto il Giappone per la sua abilità artistica e Fumi Nikaido nel ruolo di "Ochiba no Kata", la venerata madre dell'erede che non si fermerà davanti a nulla pur di porre fine a Toranaga e alla sua minaccia al potere del figlio.
 
Shōgun è stata creata per la televisione da Rachel Kondo e Justin Marks, con Marks in veste di showrunner e produttore esecutivo insieme a Michaela Clavell, Edward L. McDonnell, Michael De Luca e Kondo. La serie è prodotta da FX Productions.
 
Disney+ è disponibile a partire da 5,99 € al mese - senza costi aggiuntivi e con la possibilità di disdire in qualsiasi momento. Ci sono contenuti per tutti, con nuove serie TV, film di successo e titoli originali esclusivi in arrivo nel corso di tutto l'anno dei sei brand principali: Disney, Pixar, Marvel, Star Wars, National Geographic e Star. Con un'infinita library di intrattenimento, che spazia dai documentari ai film drammatici acclamati dalla critica, dalle commedie ai classici d'animazione. Gli abbonati potranno scegliere qualsiasi cosa, dall'ultima stagione della serie FX The Bear e Shōgun, fino alle produzioni originali Cristóbal Balenciaga e Becoming Karl Lagerfeld, che debutterà il 7 giugno.

giovedì 16 maggio 2024

VOXA DEBUTTA IN ITALIA: AL VIA UN NUOVO MODO DI VIVERE L'INTRATTENIMENTO AUDIO IN FAMIGLIA

 

VOXA DEBUTTA IN ITALIA:

AL VIA UN NUOVO MODO DI VIVERE L'INTRATTENIMENTO AUDIO IN FAMIGLIA.

 

Due abbonamenti caratterizzati da un prezzo competitivo e un'ampia scelta di titoli per l'app che si pone l'obiettivo di rendere la fruizione di libri un piacere quotidiano in un mondo sempre più frenetico.

 

Voxa, servizio di streaming di audiolibri ed ebook, sbarca in Italia. Con la missione di rendere la lettura parte della vita quotidiana delle persone, Voxa offre una vasta libreria di oltre 100.000 titoli, promettendo di conquistare gli utenti con una variegata gamma di generi letterari: dalla narrativa alla saggistica, dai classici ai libri per bambini, fino ai bestseller del momento. Per rispondere al meglio alle preferenze del pubblico italiano, Voxa ha già siglato partnership con rinomati gruppi editoriali italiani, tra cui Mondadori e GEMS.

 

Per consolidare le sue operazioni in Italia, il brand ha dichiarato il suo impegno nell'investire oltre 2 milioni di euro nei prossimi sei mesi. Al fine di agevolare questa espansione, l'azienda ha da poco inaugurato una nuova sede a Milano, affidandosi a un team dedicato per crescere nel mercato italiano. Inoltre, nei prossimi tre mesi la piattaforma prevede di aprire degli studi di registrazione locali per produrre contenuti esclusivi direttamente in Italia.

 

"L'Italia è un Paese chiave nel mercato del librario, con un fatturato complessivo di circa 1,8 miliardi di euro solo nel 2023. Tuttavia, la sua penetrazione digitale si attesta appena al 6%, lasciando una significativa opportunità di crescita per i player del settore", afferma Dan Vidrașcu, CEO e co-founder di Voxa. "Con Voxa, vogliamo porci come attori dinamici, in grado di contribuire all'espansione dell'offerta di audiolibri sul mercato e ottenere una crescita fino almeno al 10% del totale del mercato librario entro il 2026."

 

Voxa si distingue come il servizio di streaming più accessibile nella sua categoria, grazie ai suoi vantaggiosi pacchetti di abbonamento che includono due opzioni. L'abbonamento mensile per audiolibri ed ebook ha un prezzo fisso di 9,99 euro al mese, con un'offerta di lancio speciale di soli 1,99 euro al mese per i primi 4 mesi. Il piano annuale, studiato su misura per le famiglie, è invece disponibile al prezzo di 79,99 euro. Con il miglior valore sul mercato, questo piano permette l'accesso illimitato fino a 5 dispositivi, il tutto per meno di 7 euro al mese.

 

Voxa si impegna ad offrire agli utenti un'esperienza personalizzata in cui la lettura si adatta in modo naturale all'umore, all'ambiente e alle attività quotidiane. Con suggerimenti personalizzati direttamente in app e piani di abbonamento flessibili, Voxa trasforma il rituale della lettura in una piacevole abitudine quotidiana.

 

"In quanto azienda orientata al consumatore, adottiamo un modello di business che ci offre molta flessibilità per sperimentare e offrire ai nostri utenti la miglior esperienza d'uso possibile. Il nostro obiettivo è diventare la destinazione preferita per l'intrattenimento audio di tutta la famiglia, offrendo una vasta gamma di contenuti diversificati al miglior prezzo possibile", conclude Dan Vidrașcu, CEO e co-founder di Voxa.

 

Ma le novità non si fermano qui: nei prossimi mesi, Voxa introdurrà due ulteriori opzioni di abbonamento, incluso un piano dedicato agli ebook, come parte della sua strategia aziendale per offrire i piani più flessibili e convenienti sul mercato. Oltre a prezzi convenienti, Voxa offre anche un programma di referral, che permette di accedere gratuitamente per ogni abbonamento attivato tra amici, arricchendo così ulteriormente l'offerta per i suoi clienti. Gli utenti possono accedere alla piattaforma tramite i loro dispositivi mobili (l'app è disponibile sia su iOS che su Android) o tramite il sito web www.voxa.it, e iniziare ad ascoltare i loro audiolibri preferiti in pochi clic.

 

 


mercoledì 15 maggio 2024

RAI PLAY BOOKS- GLI ARCANI MAGGIORI DEI TAROCCHI, L'EREMITA

 

PLAY BOOKS

Una Produzione Rai Contenuti Digitali e Transmediali

GLI ARCANI MAGGIORI DEI TAROCCHI

L’Eremita

Dal 16 maggio in esclusiva su RaiPlay

La nuova edizione dell’original dedicato al mondo dell’editoria 


È raffigurato come un anziano che porta una piccola lanterna, la luce della conoscenza: la nona carta degli arcani maggiori, “l’Eremita”, è quella che ispira la nuova puntata di “Play Books”, la produzione Rai Contenuti Digitali e Transmediali dedicata agli amanti della lettura, disponibile da giovedì 16 maggio su RaiPlay. 

 

“L’ Eremita” invita a prendersi del tempo per meditare e comprendere meglio il proprio cammino: la scrittrice e filosofa Ilaria Gaspari racconta diversi autori, sottolineando che serve la giusta distanza per capire il mondo. 

 

Vive isolato Renaldo McGirth, detenuto nel braccio della morte in Florida nel racconto a fumetti di Valentine Cuny-Le Callet “Perpendicolare al sole”. Passa giorni interi arrampicata sugli alberi e da lassù guarda il mondo con occhi stupiti e attenti Ainhoa, otto anni, protagonista di “Febbre di carnevale” di Yuliana Ortiz Ruano, romanzo d’esordio latinoamericano vincitore del Premio Iess. 

 

Ribalta la prospettiva dell’epopea della frontiera “Donna di luce” di Kali Fajardo-Anstine, un romanzo che ci ricorda invece quanto il passato possa ispirare il nostro presente. Claudio Morici ricorda la figura di Mario Trudu, un uomo che passò in carcere 41 lunghissimi anni e che da lì dentro ripercorse la sua vita con la scrittura. Il graphic novel consigliato da Zuzu è “La mia vita postuma” di Hubert & Zanzim, in cui un’anziana vedova una mattina si risveglia morta e ne approfitta per fare riflessioni sul senso della vita. La booktoker Maggie recupera una delle opere più struggenti di Oscar Wilde, “De Profundis”, scritta nei primi mesi del 1897 nel carcere di Reading dove Wilde si trovava da quasi due anni per il reato di sodomia. Una riflessione sull’umanità vista dalla prospettiva lucida e lontana degli abissi è “Com’è profondo il mare”, un capolavoro di Lucio Dalla rieseguito per l’occasione da Giulia Anania.  Nello spazio realizzato in collaborazione con il Premio Strega Poesia, Laura Pugno propone la raccolta di Stefano Simoncelli, “Sotto falso nome”: poesie fatte di ricordi e memorie lontane.  E poi il teatro, con Gioia Salvatori: “Psicosi delle 4:48”, l’opera testamento di Sarah Kane, un lungo monologo che testimonia la lotta dell’autrice contro la depressione.

Infine nello spin off “Extra Books”, Vittorio Castelnuovo incontra Marco Benedetti racconta i Tarocchi, partendo dal libro di Italo Calvino "Il castello dei destini incrociati", e spiegando perché nel tempo sono diventati non solo oggetto di fascino ma anche un prezioso riferimento culturale.

Play Books, produzione Rai Contenuti Digitali e Transmediali, è disponibile al link

https://www.raiplay.it/programmi/playbooks

THE WELL IL NUOVO FEROCE HORROR DI FEDERICO ZAMPAGLIONE IN SALA DAL 18 LUGLIO GIA' VENDUTO IN OLTRE 80 PAESI

Dal 18 luglio in sala, The Well, il nuovo, feroce horror di Federico Zampaglione, distribuito da Iperuranio Film, in collaborazione con CG Entertainment. Già venduto in oltre 80 Paesi nel mondo, tra cui gli Stati Uniti, record assoluto per un horror italiano. Prodotto da Stefano Masi e Iperuranio Film, interpretato da Lauren LaVera (Terrifier 2), Claudia Gerini, Lorenzo Renzi e Giovanni Lombardo Radice nella sua ultima interpretazione.

Il Male ha nuove profondità

Esce nei cinema il 18 luglio 2024, distribuito da Iperuranio Film in collaborazione con CG Entertainment, The Well, il nuovo, feroce horror firmato da Federico Zampaglione (già autore di Nero Bifamiliare, Shadow, Tulpa – Perdizioni mortali, Morrison), prodotto da Iperuranio Film e sceneggiato dallo stesso Zampaglione con il produttore Stefano Masi, già venduto in oltre 80 Paesi nel mondo, tra cui gli Stati Uniti, dove uscirà in sala, record per un film di genere italiano. The Well, interpretato da Lauren LaVera (già protagonista di Terrifier 2), Claudia Gerini, Lorenzo Renzi, Linda Zampaglione, Jonathan Dylan King, Taylor Zaudtke, Gianluigi Calvani, Yassine Fadel e Courage Oviawe, vede anche l'interpretazione di Giovanni Lombardo Radice nel suo ultimo ruolo in un film, girato prima della sua scomparsa. Uno dei volti cardine del cinema horror italiano, Lombardo Radice ha girato film-cult del genere come Apocalypse domani, La casa sperduta nel parco, Paura nella città dei morti viventi, Cannibal Ferox, La chiesa e La setta.

The Well racconta di Lisa Gray (Lauren LaVera), restauratrice d'arte statunitense alla prima, importante missione, chiamata in un piccolo villaggio italiano per riportare all'antico splendore un dipinto medievale rovinato da un incendio. Non sa che sta mettendo la propria vita in pericolo, a causa di una antica maledizione che genera creature maligne, sangue e atroci sofferenze. "The Well è il mio film più cupo, inquietante e feroce.... ma io lo trovo anche disperatamente romantico - commenta  Zampaglione – Da sempre amo profondamente questo genere, perché parla all'animo umano, indaga le nostre paure sconosciute e si perde nell'oscurità profonda, aggrappandosi a un filo di luce. The Well spinge alle emozioni più estreme, distruggendo il confine tra realtà e fantasia, tra Bene e Male, Vita e Morte. Scoprirete che il Male ha nuove profondità".

Girato in luoghi intorno a Roma, da Saracinesco, a Palazzo Cenci Bolognetti di Vicovaro, al Castello Theodoli di Sambuci come location principale, il film ha già iniziato un suo tour nei migliori festival del mondo horror e fantastico, raccogliendo ovunque successi di critica e pubblico, dall'anteprima al Sitges International Fantastic Film Festival (sezione Midnight X-treme), allo Screamfest Horror Film Festival di Los Angeles, al Fantasporto Oporto International Film Festival al Glasgow Film Festival, passando per il Trieste Science+Fiction Festival e il Ravenna Nightmare Film Fest. CG Entertainment si occuperà anche della distribuzione in streaming e in home video dal prossimo autunno.

The Well vanta un cast tecnico di primo piano: la direzione della fotografia è firmata da Andrea Arnone (già operatore in Spider-Man: Far From Home), il montaggio da Eric Strand (Donnie Darko), gli effetti speciali prostetici sono realizzati da Carlo Diamantini (Il racconto dei racconti), i costumi sono di Antonella Balsamo, il trucco di Federica Puglielli, le scenografie di Blazej Wasiak e le musiche sono state composte da Oran Loyfer, Luca Chiaravalli, Federico e Francesco Zampaglione.

 

Durata: 91'
Distribuzione: Iperuranio Film in collaborazione con CG Entertainment

Per maggiori informazioni:

www.instagram.com/thewell_movie/

www.facebook.com/TheWellMovie23/

 

Parole e Musica: Pino Marino in TI RACCONTO UN DISCO - BUFALO BILL Racconto e messa in scena dell’omonimo album di Francesco De Gregori. Roma, domenica 19 maggio 2024 ore 11.30 al Teatro Villa Pamphilj

 

TEATRO VILLA PAMPHILJ

Domenica 19 Maggio 2024 ore 11.30 – ingresso 10 euro

TI RACCONTO UN DISCO - BUFALO BILL

Racconto e messa in scena dell’omonimo album di Francesco De Gregori

di e con Pino Marino - voce, pianoforte, chitarre e mangianastri Pineta Produzioni

 

TI RACCONTO UN DISCO. Ci sono dischi che hanno segnato stili, epoche, generazioni. Dischi ascoltati per intero seduti tutti insieme sul divano, lato A e lato B, dischi imparati a memoria, cantati, analizzati. Mentre l’ascolto si consuma in un click sulle piattaforme digitali, in playlists che conoscono i nostri gusti meglio di noi, talvolta persino ignari dei nomi e dei volti, inconsapevoli di ciò che ascoltiamo, Pino Marino ci racconta un disco così come si legge un libro, tra canzoni suonate e raccontate in un appuntamento che è concerto, lezione, teatro e dichiarazione d’amore.

 

Al Teatro Villa Pamphilj di Roma, domenica 19 maggio, alle ore 11.30, Pino Marino sul palco (accompagnato dal suo mangianastri, due pianoforti e una chitarra) con "Buffalo Bill" (racconto e messa in scena dell’omonimo Album di Francesco De Gregori).

 

Il paese era molto giovane, i soldati a cavallo la sua difesa. Così inizia il viaggio in un tempo parallelo che porta il nome di un cacciatore, attore, esploratore, soldato e impresario teatrale (figura emblematica e controversa) e si affaccia su un altro tempo narrativo, il nostro. Francesco De Gregori (a mio personale avviso, il più inarrivabile dei cantautori indie ante litteram) lo percorre su un binario che dalla frontiera della seconda metà del 1800 e la costruzione della ferrovia del Pacifico, passa per il definitivo Festival di Sanremo del 1967 e arriva fino in fondo alla nostra paura del buio e della fantasia.” Pino Marino

Pino Marino: Autore romano, compositore, cantautore, paroliere, produttore, creatore di spettacoli ed eventi culturali, fondatore e cofondatore di collettivi musicali di scrittura e di composizione. Ha scritto canzoni, tra gli altri, per: Tosca, Niccolò Fabi, Simone Cristicchi, Al Bano, Nicky Nicolai & Stefano Di Battista Jazz Quartet. Ha ideato e realizzato spettacoli con Daniele Silvestri, Niccolò Fabi, Sirya, Marco Lodoli e molti altri artisti italiani. Più volte finalista al Premio Tenco, ha vinto, tra gli altri: il Premio Ciampi a Livorno, il Premio Giorgio Lo Cascio, due edizioni del Premio Lunezia, il Premio Enzimi, il Premio Musicultura Città di Recanati e tanti altri. Cofondatore dell’Orchestra di Piazza Vittorio, autore di musiche di scena e di colonne sonore, fra le altre le recenti "Uno Zio Vanja", "I soliti ignoti" e "In vino veritas" per la Regia di Vinicio Marchioni. Tiene masterclass di scrittura nella forma Canzone e ha pubblicato diversi Album dei quali 5 a suo nome: Dispari (2000), Non bastano i fiori (2003), Acqua luce e gas (2005), Capolavoro (2015), Tilt (2020).

 

Il Teatro Villa Pamphilj, con la direzione artistica di Veronica Olmi, è parte del sistema Teatri in Comune di Roma Capitale - Assessorato alla Cultura con il coordinamento gestionale di Zètema Progetto Cultura

 

Per informazioni e prenotazioni:

Teatro Villa Pamphilj Largo 3 giugno 1849 | 00164 Roma
(ingresso Via di San Pancrazio 10 - P.zza S. Pancrazio 9/a)
Orari segreteria: dal martedì alla domenica dalle 10 alle 18

tel 06 5814176   - scuderieteatrali@gmail.com  
Ingresso 10 euro (consigliata la prenotazione)

 

 

 direzione artistica Veronica Olmi

ufficio stampa Fabiana Manuelli

RAIPLAY - CLAN - SCEGLI IL TUO DESTINO - DA GIOVEDI' 23 MAGGIO LA SERIE ISPIRATA ALLA STORIA VERA DELLA PALESTRA DI GIANNI MADDALONI A SCAMPIA


"CLAN - Scegli il tuo destino"

Ispirata a una storia vera, una serie su un ragazzo di Scampia

che a 15 anni tra scuola, judo e malavita deve scegliere il suo futuro.

Per la GIORNATA DELLA LEGALITA' da giovedì 23 maggio

in esclusiva su RaiPlay.


Un ragazzo di Scampia che attraverso l'amicizia, il judo e la guida del maestro Maddaloni trova la forza di ribellarsi a un destino già segnato dalla criminalità organizzata.


E' la storia di "Clan - Scegli il tuo destino", la nuova serie di Rai Kids che debutta in esclusiva e in prima visione giovedì 23 maggio su RaiPlay, in occasione della Giornata della Legalità.


Francesco, 15 anni, è nato e cresciuto a Scampia, alla periferia di Napoli, con un padre latitante, una madre poco presente e un fratello maggiore, chiamato Ninja, che si fa strada nella camorra. Il suo destino è già scritto, ma l'incontro con la palestra di Judo di Maddaloni gli offre una possibilità in più. Attraverso il judo, impara la disciplina e il rispetto nei confronti dell'avversario, e fa la conoscenza di un gruppo di ragazzi che presto diventano suoi fedeli amici. I ragazzi del Clan Maddaloni sono giovani che vogliono cambiare il loro destino emancipandosi dal sistema della camorra, giovani che credono nella forza del bene. Tra questi, Ginevra è sicuramente quella che ci crede di più: figlia del professore di italiano di Francesco, insegna a quest'ultimo che bisogna avere il coraggio di fare delle scelte, ed è questo che segna il proprio destino.


La serie prodotta da KidsMe (la Content Factory di De Agostini Editore) & Mosaicon Film, in collaborazione con Rai Kids, è basata sul romanzo bestseller "O Maé – Storia di Judo e di camorra" di Luigi Garlando (pubblicata da Mondadori Libri nella collana bestBUR), ispirato alla storia vera della palestra di Gianni Maddaloni a Scampia.


La serie in dieci puntate, a cura di Alba Chiara Rondelli, è diretta da Daniele Barbiero e vede protagonisti attori come Antonio Milo (nel ruolo di Maddaloni, 'O Maé), Maikol De Falco (Francesco, il protagonista detto 'O Vesuvio per il suo carattere), Elisa Del Genio (Ginevra, La guerriera), Gabriele Rizzoli (Raffaele, Devois), Francesco Ferrante (Giovanni, Omero), Luca Ambrosino (Nicola, Ninja), Giorgia Agata (Vincenza, La guappetella), Jacopo Piscicelli (Armando, El pibe de Scampia), Alessandro Manna (Pasquale, L'artista), Francesco Borragine (Gigi, 'O Squalo), Giuliana Esposito (Chantal) e la partecipazione di Alessio Gallo nel ruolo di Tony Hollywood.


"Clan - Scegli il tuo destino" è prodotta da Massimo Bruno per KidsMe e Andrea Leone e Antonella di Martino per Mosaicon Film.


La serie è scritta da Tiziana Martini e Iole Masucci. La distribuzione internazionale è a cura di ZDF Studios, filiale della tv pubblica tedesca.


"Clan – Scegli il tuo destino" vanta il patrocino della FIJIKAM – Federazione Italiana Judo Lotta Karate Arti Marziali e dell'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti ETS-APS – Sezione Territoriale di Napoli.


La coinvolgente colonna sonora di "Clan – Scegli il tuo destino" è composta da Diego Guarnieri. La soundtrack sarà distribuita dal 23 maggio su tutte le piattaforme digitali da Altafonte Italia sotto licenza di Future Artist. Le canzoni sono scritte e interpretate dai giovani artisti come Gyuse, Shar, Tauri, Terso, Rayo, Dauria, con la produzione di Ennio Mirra. In particolare, l'album contiene la sigla di apertura della serie "'E guagliun d 'o Clan!" scritta ed interpretata da Gyuse e Shar.

 


POP CORN FESTIVAL DEL CORTO - IL 2 GIUGNO SCADE IL BANDO - PORTO SANTO STEFANO 26-28 LUGLIO

 

SCADE IL 2 GIUGNO IL BANDO
del
POP CORN FESTIVAL DEL CORTO

 

La locandina firmata da Marco Lovisatti. Tre categorie di cortometraggi: italiani, internazionali e d'animazione per la settima edizione del festival che si tiene il 26, 27 e 28 luglio 2024 a Porto Santo Stefano (GR) con Andrea Dianetti come presentatore. In giuria Federico Moccia, Marco Spoletini, Manuela Rima, Carlo Griseri, Michele Suma e Stefano Giovani. Il nuovo Premio Crew United, in palio anche il Premio Panalight, il Premio Mujeres del Cinema, il Premio del Pubblico e il prestigioso Premio Carrà l'unico riconoscimento istituito in Italia dalla Carrà stessa, affezionata sostenitrice dell'iniziativa

 

Scade il 2 giugno il bando di iscrizione alla settima edizione del Pop Corn Festival del Corto, concorso cinematografico di cortometraggi aperto a tutti i video-makers nazionali e internazionali. Il tema scelto per quest'anno è: "Unicità, la bellezza dell'imperfetto". Il festival, che sarà presentato dall'attore Andrea Dianetti, si tiene il 26, 27 e 28 luglio 2024 in Piazzale dei Rioni a Porto Santo Stefano sul Monte Argentario (GR), si avvale della direzione artistica di Francesca Castriconi ed è ideato e organizzato dall'Associazione Argentario Art Day APS con il contributo e il patrocinio del Comune di Monte Argentario e della Regione Toscana. Tutte le informazioni al link www.popcornfestivaldelcorto.it  

 

La locandina del festival – dal titolo "No haber nacido animal es mi secreta nostalgia" - di questa edizione è realizzata dal grafico illustratore Marco Lovisatti. Padovano, classe 1977, con 20 anni di esperienza nel settore pubblicitario, editoriale e cinematografico, dal 2004 Lovisatti collabora con le principali agenzie pubblicitarie come visualizer e con importanti testate e riviste culturali come illustratore e grafico. Dal 2010 collabora con le principali case di produzione e distribuzione cinematografica nella realizzazione di poster per il cinema e dal 2021 realizza scenografie video per spettacoli di danza con coproduzioni internazionali.

 

L'iscrizione al festival dovrà avvenire entro e non oltre il 2 giugno 2024 e i cortometraggi selezionati dovranno pervenire entro il 15 giugno. Il Pop Corn Festival prevede tre categorie di cortometraggi: italiani, internazionali e d'animazione. Ogni lavoro non dovrà essere superiore ai 20 minuti di durata compresi titoli di testa e coda. Si accettano anche lavori in lingua straniera, purché muniti di sottotitoli in italiano o in inglese. Ogni candidato potrà iscrivere una o più opere. Il costo di iscrizione è di 15 € fino al 20 maggio e di 20 € se l'iscrizione avviene fino al 2 giugno.

Le opere selezionate che parteciperanno al Pop Corn Festival del Corto saranno sottoposte alla valutazione di una Giuria Artistica composta da professionisti del settore capitanati dallo scrittore, sceneggiatore e regista Federico Moccia, dal pluripremiato montatore Marco Spoletini, dall'esperta di marketing strategico presso Rai Cinema Manuela Rima, dal giornalista e critico cinematografico Carlo Griseri, dal direttore artistico del Sudestival, Michele Suma e dal costumista e scenografo Stefano Giovani. A scegliere il Premio Panalight Manuela Pasqualetti, Rentale and Sales Manager per Cinecittà Panalight e Panalight Spa e per il Premio Mujeres nel Cinema, la presidentessa Giulia Rosa D'Amico.

 

Numerosi i premi del festival. Il Miglior corto nella categoria "Corti Italiani" riceverà un premio in denaro di 1.000 euro e il trofeo Pop Corn Festival. Anche al Miglior corto nella categoria "Corti Internazionali" andranno 1.000 euro e il trofeo Pop Corn Festival, così come al Miglior corto nella categoria "Corti d'Animazione", cui andrà il premio di 1.000 euro e il trofeo Pop Corn Festival. Al corto con l'idea più originale andrà il Premio Raffaella Carrà di 4.000 euro e sarà proiettato al Sudestival, il Festival del Cinema della città di Monopoli con il quale il Pop Corn Festival è gemellato. Quindi, i Premi Panalight, che daranno ai vincitori buoni per il noleggio di attrezzatura cine-televisiva del valore complessivo di 8.000 euro. Ancora, il Premio Mujeres del Cinema al corto realizzato da un'autrice o a una storia incentrata su una tematica legata all'universo femminile. Infine, il Premio del Pubblico, il Trofeo Pop Corn Festival al miglior corto, scelto da una Giuria Popolare. Alla sua prima edizione, il Premio Crew United, per i tre registi premiati nelle tre categorie, che  consiste in 5 anni di Premium Membership con formula Video+ (upload di clip/showreel) pari a un valore di 600 euro. Nuovo partner del festival, Crew United è il più ampio network di professionisti dell'industria dell'audiovisivo in Europa, fondato alla fine degli anni Novanta e ora disponibile anche Italia, risorsa essenziale per chi lavora in produzione.

 

I partner del Pop Corn Festival: Panalight, Moscerine Film Festival, Sudestival di Monopoli, Mujeres nel Cinema, AFIC - Associazione festival italiani di cinema, Crew United. Gli sponsor prevedono come sponsor tecnici: Albiati Vivai, Joint Media, Hotel Boutique Torre di Cala Piccola, Bar Giulia, Solari e Rifipack e come sponsor economici: Etrurialucegas spa, Impresa Rosi Sirio srl, Maregiglio di Navigazione srl, Officina Meccanica Luigi Ambrogetti di Marco Ambrogetti, Il Tempio stabilimento balneare, Ristorante La Goletta, Agenzia Immobiliare Orsini, Great Estate Network Immobiliare Umbria Toscana e Monte Argentario, Great Stays Luxury Tour Operator, Ditta Focacci di Giovagnoli & C., Edilcolore srl, Ristorante Molo 26, Rotary Club Monte Argentario, Banca Tema, Soc. Gi.sa. Srl.

Per informazioni
www.popcornfestivaldelcorto.it

martedì 14 maggio 2024

TOUCH IMPRONTA DIGITALE- A MALAGA PER SCOPRIRE COME COMBATTERE LE MINACCE INFORMATICHE

 

Rai Contenuti Digitali e Transmediali

TOUCH-IMPRONTA DIGITALE

Hacker, Tuffe e Cybersecurity A Malaga per combattere le minacce informatiche Dal 15 maggio su RaiPlay

Come difendersi da cyber-attacchi e dalle truffe online? I reati compiuti attraverso l’utilizzo della rete aumentano ogni anno; sull’evoluzione delle minacce telematiche e sulle nuove frontiere della sicurezza informatica si sofferma la nuova puntata di “Touch - Impronta Digitale”, disponibile da mercoledì 15 maggio su RaiPlay. 

 

 Fjona Cakalli, divulgatrice di tecnologia tra le più autorevoli in Italia e conduttrice del programma, è stata a Malaga, nel Google Security Engineering Center, uno dei più importanti hub mondiali dove si combattono le minacce informatiche mentre la “cosplayer” Antonella Arpa, al talent Garden di Napoli, ha esplorato il mondo degli ethical hacker, gli esperti in grado di simulare, anticipare e prevenire gli attacchi pirati. Voce anche agli agenti della Polizia Scientifica, incontrati dall’ influencer Momoka Banana, per conoscere come si esegue un identikit sfruttando le nuove tecnologie. Noemi Marà è andata infine a Torino, dove una società di consulenza informatica sta testando un nuovo sistema che promette di rivoluzionare il concetto sicurezza alla guida: grazie all'intelligenza artificiale, infatti, bastano poche telecamere per monitorare lo stato di salute del conducente, prevenendo colpi di sonno e distrazioni. Come sempre, ad accompagnare le altre inviate, anche la pop-filosofa Lucrezia Ercoli e Iaia, la 'giornalista' creata dall'intelligenza artificiale, con le ultime novità sul mondo delle truffe online.

 

Protagonista della rubrica social star della settimana è Matteo Flora, imprenditore, docente universitario ed esperto di cyber-security.

 

Touch - Impronta Digitale”, attraverso suggestivi reportage dall’Italia e dall’estero presentati da una squadra di giovani inviate, vuole raccontare in chiave “pop “le innovazioni apportate dalla tecnologia nella vita quotidiana. 

 

Touch - Impronta Digitale”, realizzato con la collaborazione straordinaria di Duccio Forzano, è prodotto da Rai Direzione Contenuti Digitali e Transmediali ed è disponibile su RaiPlay al link:

https://www.raiplay.it/programmi/touchimprontadigitale

DALLE PAROLE ALLE IMMAGINI - Il panel di NETFLIX al SALONE DEL LIBRO, rilasciate nuove immagini di prossimi show




"DALLE PAROLE ALLE IMMAGINI"


AL

 36° SALONE INTERNAZIONALE DEL LIBRO DI TORINO


IL PANEL SULLE STORIE ITALIANE TARGATE NETFLIX

ISPIRATE ALLE OPERE LETTERARIE CONTEMPORANEE


Sono intervenuti: 

 Tinny Andreatta | Vice Presidente per i contenuti italiani di Netflix

Viola Ardone e Cristina Comencini | per il film Il treno dei bambini

Alice Urciuolo, Donatella Diamanti e Stefano Mordini | per la serie tv Adorazione

Daniele Mencarelli e Vincenzo Nemolato | per la serie tv Tutto chiede salvezza




Domenica 12 maggio, al Salone Internazionale del libro di Torino, si è tenuto il panel di Netflix "DALLE PAROLE ALLE IMMAGINI" moderato da Mario Calabresi e incentrato sulle storie di Netflix ispirate ai libri.  Adattare, tradire, reinventare: sono molteplici le forme della relazione tra opera letteraria e prodotto audiovisivo. Le strade del racconto non seguono percorsi canonici, come insegnano alcuni dei prossimi progetti seriali e cinematografici di Netflix ispirati a libri. All'incontro è intervenuta Tinny Andreatta, Vice Presidente per i contenuti italiani di Netflix, con al suo fianco e in rappresentanza di tre show ispirati a dei libri e in arrivo prossimamente sul servizio:  Alice Urciuolo (autrice del libro), Donatella Diamanti (sceneggiatrice) e Stefano Mordini (regista) per la serie tv Adorazione; Viola Ardone (autrice del libro) e Cristina Comencini (regista e sceneggiatrice) per il film Il treno dei bambini; Daniele Mencarelli (autore del libro) e Vincenzo Nemolato (attore) per Tutto chiede salvezza, che tornerà con la seconda stagione e che proprio in questa edizione del Salone ha ricevuto il premio come Adattamento a film o serie tv dell'anno alla prima edizione italiana dei TikTok Book Awards.  


Nel corso del panel sono state anche mostrate in anteprima diverse nuove immagini per ciascuno dei tre titoli in arrivo prossimamente su Netflix (Il treno dei bambini, Adorazione e Tutto chiede salvezza 2)


I PRINCIPALI CONTRIBUTI DEL PANEL


«La trasposizione di un testo in un'opera audiovisiva - ha dichiarato Tinny Andreatta nel corso dell'incontro - è per Netflix un elemento strategico molto importante sia a livello globale che a livello italiano, dove per noi il confronto con il romanzo, e con le altre forme di scrittura, è importantissimo. Penso che sia molto bello quando le serie o i film con la loro grande diffusione permettono ai libri di tornare nelle classifiche e a tanti nuovi lettori, potenzialmente di tutto il mondo grazie alla diffusione globale del servizio, di scoprire storie italiane recitate nella nostra lingua e di conoscere nuovi volti e talenti». Dopo aver interloquito con gli autori, registi e attori presenti nel panel, Tinny Andreatta conclude: «Questo è il nostro futuro. Nei prossimi mesi il pubblico vedrà queste storie. Netflix è come un editore che sceglie le storie, e nello sceglierle pensa ad un pubblico che è estremamente vasto ed eterogeneo. Queste storie, queste nuove voci, ognuna di loro porta un tassello a quello che è un racconto dell'Italia, che è un mosaico nuovo, attuale, che va al di là di quello che dell'Italia si racconta, che va al di là degli stereotipi, e questo per noi è fondamentale.» 


I tre autori dei libri da cui sono nati gli show per Netflix hanno raccontato dal loro punto di vista l'adattamento delle proprie storie al piccolo schermo.


Viola Ardone: «Tradurre e tradire sono la stessa parola perché hanno la stessa etimologia, che significa "consegnare". È quello che succede quando si consegna un testo nelle mani di una regista e di un gruppo di sceneggiatori che portano questa storia in luoghi che non ha ancora visto. Questo è il senso della duplicità semantica del tradire e del tradurre». Prosegue Alice Urciuolo: «La mia prima reazione all'adattamento e alla lettura della sceneggiatura (di Adorazione), al di là dell'emozione di vedere trasposta la mia storia sullo schermo, è stata la sorpresa di osservare come altre persone avevano maneggiato e trovato all'interno della storia che ho scritto delle cose che non avevo visto, cose che c'erano già e cose nuove. Quindi io ho ritrovato in realtà molto e però ho visto anche un universo narrativo che si adattava appunto ad un nuovo medium per quella storia.»

Daniele Mencarelli, autore di Tutto chiede salvezza e tra gli sceneggiatori della seconda stagione aggiunge: «Uno può vivere partendo dal presupposto che la letteratura e lo scrittore siano Dio, e quindi che tutto quello che s'avvicina in termini di traduzione, tradimento, allontanamento e evitamento possa essere in qualche modo a tutti gli effetti un peccato; oppure può vivere quella materia che lo scrittore ha prodotto come una materia plastica che a seconda dei linguaggi prende forme diverse. E questa è una grande occasione per poter parlare a pubblici diversi».


Viceversa coloro che hanno lavorato al corrispettivo audiovisivo hanno espresso la loro esperienza dal proprio punto di vista da sceneggiatrice, regista e attore: «Un autore di romanzi ha a disposizione le parole - ha dichiarato la sceneggiatrice della serie tv Adorazione Donatella Diamanti - con cui può fare tutto, ha un unico codice, quello linguistico, che però è potentissimo. Uno sceneggiatore invece deve prevedere il fatto che c'è l'elemento visivo, e questo elemento visivo deve diventare inevitabilmente azione. Ma a me piace pensare che a un certo punto tutto ciò che abbiamo aggiunto noi avrebbe potuto scriverlo anche l'autrice del romanzo». Prosegue il regista dello stesso show Stefano Mordini: «La "scrittura visiva" consiste nel saper interpretare un testo, essere fedele nel fuoco centrale del racconto, trovare il fuoco secondario e viaggiare in quell'intercapedine in modo tale che quelle parole non siano fine a se stesse, ma che continuino a vibrare fino in fondo».

«Nel romanzo i fatti sono necessariamente presentati uno alla volta - aggiunge Cristina Comencini, regista e sceneggiatrice de Il treno dei bambini -  In un'immagine di cinema invece c'è la sintesi, nella stessa immagine ci sono tante cose tutte insieme. Dunque il lavoro dello sceneggiatore è riportare nell'immagine la ricchezza che la letteratura ha in più.» 

Infine Vincenzo Nemolato, porta il suo  prezioso punto di vista attoriale a proposito dell'interpretazione del personaggio di Madonnina nella serie Tutto chiede salvezza

«Ogni personaggio ha bisogno di qualcosa, e trattando i personaggi come persone reali per cercare di empatizzare con loro in maniera più autentica, cerco di capire come posso raccontare quella persona. Mi baso sui dati di fatto, e con Madonnina era bellissimo perché apparentemente non ce n'erano. Quindi ho cominciato ad immaginarmi Madonnina, a fare amicizia con lui e mi ci sono divertito, ho cominciato a guardarlo nella mia immaginazione che proveniva dal romanzo di Daniele.» 



INFORMAZIONI SUI 3 TITOLI NETFLIX 


IL TRENO DEI BAMBINI (FILM)

Data di uscita: prossimamente

  • Prodotto da Palomar

  • Dal romanzo omonimo di Viola Ardone. Scritto da Furio Andreotti, Giulia Calenda, Cristina Comencini, Camille Dugay

  • Regia di Cristina Comencini

  • Cast: Barbara Ronchi, Serena Rossi, Christian Cervone, Francesco Di Leva, Antonia Truppo, Monica Nappo, Nunzia Schiano e con la partecipazione di Stefano Accorsi 


 

Sinossi:

1946. Amerigo ha sette anni e non si è mai allontanato da Napoli e da sua madre Antonietta. Il suo mondo, fatto di strada e povertà, però sta per cambiare. A bordo di uno dei "treni della felicità" passerà l'inverno al nord, dove una giovane donna, Derna, lo accoglierà e si prenderà cura di lui. Accanto a lei Amerigo acquista una consapevolezza che lo porta ad una scelta dolorosa che cambierà per sempre la sua vita. Gli serviranno molti anni per scoprire la verità: chi ti ama non ti trattiene, ma ti lascia andare.

 

Dal bestseller di Viola Ardone un film epico e struggente. Un viaggio attraverso la miseria, ma anche la generosità dell'Italia del dopoguerra, vista dagli occhi di un bambino diviso tra due madri.


ADORAZIONE (SERIE)

Data di uscita: prossimamente 

  • Prodotto da Picomedia

  • Liberamente tratto dal romanzo omonimo di Alice Urciuolo. Scritto da Donatella Diamanti, Giovanni Galassi, Tommaso Matano, Francesca Tozzi, Gianluca Gloria

  • Regia di Stefano Mordini

  • Cast: Noemi Magagnini (Vanessa), Alice Lupparelli (Elena), Beatrice Puccilli (Vera), Penelope Raggi (Diana), Luigi Bruno (Gianmarco), Giulio Brizzi (Giorgio), Tommaso Donadoni (Enrico), Federico Russo (Christian), Alessia Cosmo (Teresa), Federica Bonocore (Melissa), Barbara Chichiarelli (Chiara), Claudia Potenza (Manuela), Max Mazzotta (Ricotta). Con Mario Sgueglia (Andrea) e con Ilenia Pastorelli (Enza).

  • N. episodi: 6



 

Sinossi:

Adorazione è una serie young adult che racconta la storia di un gruppo di ragazze e ragazzi adolescenti durante l'estate che cambierà per sempre le loro vite. La scuola è appena finita e i turisti iniziano ad accorrere sulle splendide spiagge di Sabaudia, quando Elena, 16 anni e una voglia matta di fuggire dalla provincia dell'Agropontino, scompare. Ognuno degli amici di Elena sa qualcosa che non dice, ha un legame segreto con la ragazza e forse ha a che fare con la sua misteriosa sparizione. Sarà l'inizio di un viaggio che, tra sospetti e rivelazioni, porterà ognuno dei ragazzi a fare i conti con la verità delle proprie relazioni e della propria educazione sentimentale. 


TUTTO CHIEDE SALVEZZA 2 (SERIE)

Data di uscita: prossimamente

  • Prodotta da Picomedia

  • Scritta da Francesco Bruni, Daniele Mencarelli e Daniela Gambaro

  • Regia di Francesco Bruni

  • Cast: Federico Cesari (Daniele), Fotinì Peluso (Nina), Vincenzo Crea (Gianluca), Vincenzo Nemolato (Madonnina), Lorenzo Renzi (Giorgio), Alessandro Pacioni (Alessandro), Samuel Di Napoli (Rachid), Marco Todisco (Paolo), Vittorio Viviani (Armando), Ricky Memphis (Pino), Filippo Nigro (Dott. Mancino), Raffaella Lebboroni (Dott.ssa Cimaroli), Bianca Nappi (Rossana), Flaure BB Kabore (Alessia), Lorenza Indovina (Anna), Arianna Mattioli (Antonella), Michele La Ginestra (Angelo), Giacomo Mattia (Giovanni), Valentina Romani (Angelica). Con Andrea Pennacchi (Mario). E con Drusilla Foer (Matilde). Con la partecipazione di Carolina Crescentini (Giorgia).

  • N. episodi: 5




Sinossi: 

Sono trascorsi due anni da quando abbiamo lasciato Daniele e la nave dei pazzi. 

Molte cose sono cambiate: Daniele e Nina sono diventati i genitori della piccola Maria e poco dopo la sua nascita si sono allontanati. Li ritroviamo che si contendono l'affidamento della bambina con il supporto delle rispettive e diversissime famiglie. 

Daniele, dopo l'intensa esperienza vissuta durante la settimana di TSO, ha scelto di diventare infermiere e, grazie all'intervento della dottoressa Cimaroli, sta per entrare come tirocinante nell'ospedale in cui era stato ricoverato. 

Ha cinque settimane per dimostrare al giudice che quello può diventare un impiego stabile, accreditandosi come un genitore affidabile. In questa nuova veste, Daniele conosce i nuovi pazienti della camerata, che lo costringono a riflettere sul suo eccesso di empatia verso il dolore degli altri e che rischiano di farlo deragliare di nuovo.